L'arte sul web

Un tempo bastava visitare le mostre per vedere i disegni di un artista. Ora basta solo un click.

In questi ultimi anni si sta sempre di più affermando una nuova forma d’arte: il disegno digitale.

Pennelli e matite vengono sostituite da tavolette grafiche e software di grafica digitale che permettono di emulare con una certa fedeltà la comune carta e penna permettendo anche così di risparmiare fogli e strumenti anche molto costosi come gli aerografi e i pennarelli utilizzati nei manga.

La principale galleria d’arte digitale e non solo si chiama DeviantArt. Nata nel 2001, è il più grande portale di disegni, modelli e qualsiasi altro tipo di forma d’arte sia digitale che tradizionale. Gli artisti provengono da tutto il mondo e ogni giorno vengono pubblicati centinaia di migliaia di disegni, oggetti creati in argilla e altri materiali,  persino peluches.

Segue poi Pinterest che è una sorta di motore di ricerca universale per ricercare qualsiasi tipo di immagine. I suoi contenuti sono visibili con una registrazione gratuita.

Altro portale di arte digitale nipponica è Pixiv. E’ molto limitata nei contenuti che possono essere sbloccati registrandosi gratuitamente.

Il software certamente più utilizzato è Photoshop, ma esistono programmi più semplici e specifici per “dipingere” al computer.

Paint Tool Sai è certamente il programma più “legato” alla tavoletta grafica perché permette di ottenere degli effetti sfumati molto particolari che sono difficilmente raggiungibili con Photoshop.

 

E ora sfatiamo alcuni miti sul disegno digitale:

Disegnare a mano o con una tavoletta grafica richiede le stesse identiche abilità. Si può affermare che per taluni aspetti disegnare al computer sia addirittura più difficile del disegno a mano.

Il disegno manuale non può scomparire perchè sostituito da quello digitale: sono due tecniche distinte e separate che convivono e si completano a vicenda.

 

Non c’è arte digitale se non esiste l’arte tradizionale.

Comments are closed.