5 Maggio 2015 – SCIOPERO GENERALE: “L’unione fa la scuola”-

Anche a Cosenza le varie associazioni sindacali, collettivi studenteschi e altre organizzazioni parteciperanno allo sciopero unitario: insegnanti di ruolo e precari insieme agli studenti saranno protagonisti il 5 maggio.

Questa data manzoniana vede unite in un unico coro di dissensi e proposte le componenti dei docenti e studentesche perché soltanto convergendo sarà possibile sperare in una scuola davvero buona.

L’intento di questa manifestazione è quindi quello di mobilitare non solo il mondo della conoscenza ma tutto il Paese a favore di un’idea nuova di scuola, democrazia e lavoro.

Chiunque viva la scuola italiana, con i suoi pregi ed i suoi difetti, può capire quanto  sia lontana dai reali bisogni l’attuale bozza di DDL proposta dal Governo. Mentre il ministro Giannini difende il DDL della “buona scuola” le varie parti sociali sono in agitazione contro questo decreto perché propone un modello  aziendale di scuola in cui la dirigenza assume un peso eccessivo a discapito degli organi collegiali.

L’attuale Decreto “La Buona Scuola” descrive la scuola pubblica del futuro simile ad un’azienda privata, preferisce il bell’aspetto alla buona qualità, toglie dipinge l’attuale scuola come un luogo sterile d’opportunità e di sapere, mettendo in evidenza solo la parte peggiore del sistema scolastico.

È per questo che, ancora una volta, il mondo della scuola scenderà in piazza: è vero che la scuola deve cambiare, deve camminare al passo coi tempi e pian piano raggiungere gli standard europei ma è vero anche che questi cambiamenti sono impensabili senza adeguati incentivi economici agli Istituti ed ai docenti e senza la tutela dei diritti dei lavoratori.

Per conoscere meglio cosa si sta muovendo,  che siate docenti o studenti, vi invito a prendere parte allo sciopero del 5 maggio  perché, ancora una volta, l’Unione fa la Scuola.