La Cina e il web

Gli abitanti del mondo sono 7,2 miliardi. Quasi 3 miliardi, cioè il 40% delle persone nel mondo nel 2014 sono utenti di Internet. La maggior parte si trova in Asia orientale con il 41%, seguita dall’Europa con il 26% e il nord America con il 14%.

La connessione a internet nel 2014 ha una velocità media in Italia di 4.9 Mbps, mentre la più alta si trova nella Corea del Sud con 24.6 Mbps, seguita da Hong Kong con 15.7 Mbps.

La Cina ha una velocità media più bassa di Hong Kong, ma il suo problema è la censura di Youtube e di Facebook. Ha un primato: è uno dei Paesi con il maggiore attacco di cyber-crime. Oggi in Cina ogni famiglia possiede un computer con connessione ad internet.

Nelle scuole cinesi gli studenti studiano di più: negli istituti tecnici le materie di indirizzo sono tanto importanti da superare come numero di ore le altre materie. Gli studenti hanno tanti compiti da svolgere e subiscono una forte pressione da parte degli insegnanti per fare il loro dovere.

La scuola inizia la mattina presto verso le 7.30. Dopo aver fatto ginnastica, ogni 50 minuti di lezione ci sono i 10 minuti di riposo. Dalle 11 alle 12 c’è la pausa in mensa. Nel pomeriggio si continua a studiare dalle 12.30 fino alle 16.30. Prima delle vacanze estive la scuola è aperta anche la sera dalle 20.00 alle 21.00 per recuperi e per prepararsi agli esami.