Proteste nel mondo della scuola

Contro il DDL scuola, attualmente in discussione al Senato, venerdì 5 giugno unitariamente a Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda si terrà a Cosenza una fiaccolata con partenza da via Alimena (ex-piazza Fera) alle ore 20,00 e conclusione in piazza XI Settembre.

Le proteste del comparto scolastico contro la riforma della Buona Scuola di Renzi continuano ad interessare tutto il territorio italiano. Il MIUR ha da poco pubblicato la proclamazione dello sciopero degli scrutini e una lista delle sigle sindacali che vi parteciperanno.

Tra le varie modalità per lo sciopero, emerge come ci siano delle differenze tra le varie sigle sindacali: i maggiori sindacati di rappresentanza come FLC, CGIL, SNALS, CISL, UIL, GILDA si limiteranno ad uno sciopero breve della durata di un’ora, altre sigle ad uno sciopero che interesserà più ore; COBAS, ANIEF e altri hanno proclamato uno sciopero che interesserà i primi due giorni del calendario regionale mentre USB ha indetto uno sciopero ad oltranza. La legge, secondo quanto evidenziato dai sindacati, prevede che gli scrutini possano slittare entro un termine di cinque giorni rispetto alla scadenza programmata.

(N.B. gli scioperi non interesseranno le classi terminali dei vari cicli di istruzione.)

Quando il dissenso e la lotta contro le riforme della scuola non si fermano soltanto ad un autunno temperato.

In tutta Italia i sindacati sono stati “smossi” da quelle fasce di lavoratori che verranno colpite dai provvedimenti del governo, nel panorama cosentino sono attivi vari gruppi che si oppongono alla riforma della scuola, docenti autoconvocati e studenti organizzati in un collettivo fanno parte di quella cittadinanza attiva che lotta per i suoi diritti e per proporre un modello di scuola che rispetti davvero le esigenze di chi la scuola la vive dall’interno giorno dopo giorno.

La lista pubblicata dal MIUR dei sindacati che aderiscono allo sciopero è disponibile qui.

 

Fonti :

http://www.orizzontescuola.it/

http://www.flcgil.it/