Rassegna dell’ITI “A.Monaco” 2014/2015

E un altro anno è passato, tra interrogazioni, compiti e sgridate siamo sopravvissuti più o meno tutti qui all’ ITI “A.Monaco” di Cosenza.

È stato un anno di “transizione”, innanzitutto perché, grazie al successo alla RoboCup JR. del 2014, non ci sono stati altri progetti rilevanti, ma soprattutto perché questo è stato l’ultimo anno di presidenza del prof. Ennio Guzzo: uomo di grandissimo carisma che ha portato la scuola a livelli altissimi e finalmente liberandola dalla ormai nota nomea di  “scuola dove non si studia”, titolo che purtroppo la nostra scuola si era guadagnata ingiustamente per una serie di pregiudizi a dir poco stupidi.

Nonostante ciò, il nostro preside in questo suo ultimo anno di presidenza, si è tolto un bel po’ di soddisfazioni, sia con gli alunni appena entrati, che fin da subito sono stati coinvolti in progetti di ogni genere, sia con le “vecchie glorie”, che quest’anno, pur non avendo partecipato ai campionati italiani di robotica, hanno avuto diversi momenti di “gloria” come lo spettacolo tenuto al Cinema Italia, dove il prof. Remo Scavello, “coach” della squadra che l’anno prima ha vinto alla RoboCup JR, ha eseguito l’assolo di chitarra di Comfortably Numb dei Pink Floyd, durato più di 3 minuti.

Poi la scuola ha partecipato a molti altri progetti come quello di Telethon con l’iniziativa Gocce di Solidarietà, vendendo i liquori che noi alunni abbiamo fatto nel laboratorio di chimica o l’iniziativa #ioleggoperché, dove una parte della nostra redazione è andata all’UNICAL a leggere frasi tratte da testi famosissimi.

Quest’anno è stato grande per noi anche per il boom di iscritti che abbiamo avuto dopo l’open day della scuola, presentata sia dalle professoresse che da noi alunni, che ci siamo dislocati nei vari laboratori per presentarli agli studenti delle scuole medie di tutta Cosenza e dintorni.

Altro progetto certamente molto importante è stato appunto quello del nostro giornalino online, non solo dal punto di vista didattico ma soprattutto educativo sul piano di socializzazione e coordinamento del gruppo, al fine di formarci ad un futuro gruppo di lavoro. 

Un grande in bocca al lupo va ai nostri studenti del quinto per gli esami di Maturità e al nostro Preside che quest’anno lascerà il nostro istituto, ma che sarà sempre ricordato da tutti noi per i grandi successi della nostra scuola e per tutte le opportunità che ha dato a noi studenti di fare queste bellissime esperienze che disegnano il nostro percorso e costruiscono il nostro bagaglio di conoscenze, che ci accompagnerà per tutta la vita.

Ci auguriamo di avere altri successi come questi, chissà magari più prestigiosi, e di puntare sempre più in alto… fino alle stelle.