MyFoody : Un’idea italiana per combattere lo spreco

MyFoody è una app sviluppata da quattro studenti milanesi per combattere lo spreco, è disponibile per Android sul Google Play Store e per iOS nell’App Store. Diamogli un’occhiata nella sua versione per PC.

Cattura

La prima schermata mostra il menu molto spartano, che è costituito da una una barra di ricerca dove inserire la nostra città, per vedere le offerte nei nostri dintorni.

Sotto la barra possiamo trovare altre voci che ci informano del contenuto del sito:

La voce Chi Siamo porta ad una pagina dove si spiega a cosa serve il sito, che vantaggi ha l’ e-commerce, e che riconoscimenti ha avuto.

La voce Contatti porta a un menu che ci chiede di registrarci per inviare eventuali messaggi agli amministratori del sito per avere assistenza, o per proporsi come fornitore.

Poi la terza voce contiene tutto ciò che giornali, riviste, magazine, dicono del sito.

La quarta voce rimanda a una schermata che ci fa vedere tutti i fornitori del sito, permettendoci anche di contattare gli amministratori del sito, riportandoci alla schermata “Contatti”.

La voce Progetti sostenuti spiega brevemente che questa app collabora in numerosi progetti contro lo spreco alimentare, e dice anche che “se si salvano questi prodotti, i problemi della malnutrizione e della fame verrebbero sensibilmente diminuiti”, dato che ci sarebbe più cibo e più varietà e naturalmente meno sprechi inutili.

Al momento sembra che il sito non funzioni per le piccole città come Cosenza, poiché il progetto è molto recente, abbiamo quindi provato a fare una ricerca su Milano per capire come funziona il motore di ricerca.

859869

 

Possiamo vedere nella mappa i punti vendita che hanno aderito al progetto e i prodotti con scadenza breve, naturalmente scontati. Possiamo scegliere il margine di sconto da visualizzare e il prodotto specifico.

9659589

Scegliendo un prodotto, possiamo avere le informazioni contenute normalmente sull’etichetta di questo (gli ingredienti, il luogo in cui viene prodotto, le informazioni su come prepararlo ecc.), il peso (o la capacità nel caso di un liquido), il prezzo normale, lo sconto applicato e il prezzo scontato.

03295

Aggiungendo alcuni prodotti al carrello, possiamo visionare il peso complessivo di questi e altri due dati molto interessanti: abbiamo infatti notato che l’app, oltre a cercare e ordinare i prodotti che stanno per scadere, ci sensibilizza anche riguardo i consumi di anidride carbonica e su quanto abbiamo risparmiato scegliendo questi prodotti in fase di scadenza rispetto ai prodotti non in scadenza.

Una volta completata la nostra spesa, compilando la form di registrazione, possiamo ordinare e pagare, facendoci arrivare i prodotti direttamente a casa.

“MyFoody parte da alcuni dati significativi che riguardano i comportamenti dei diversi attori (produttori, distribuzione e consumatori) che operano nel mercato alimentare.
Circa il 50% del cibo prodotto viene sprecato.
277.000 tonnellate di cibo perfettamente commestibile, in Italia, ogni anno, vengono buttate dalla distribuzione.
Ogni famiglia, sempre in Italia, spende 515 euro all’anno per sprecare cibo.”

La pagina Facebook: https://www.facebook.com/myfoody.it/