Anonymous annuncia: “Abbiamo oscurato 5.500 account Twitter dell’Is (isis)”

Anonymous ha colpito. Dopo gli attacchi terroristici di Parigi, aveva rilanciato la sua battaglia informatica allo Stato Islamico, una sorta di “guerra totale” sulla rete.

Oggi ha fatto sapere di aver violato e oscurato 5.500 account dell’Is su Twitter nell’ambito delle operazioni #opISIS e #opPARIS.

Ne dà notizia sui social network la stessa organizzazione, aggiungendo di aver consegnato i dati personali di alcuni sostenitori dell’Is all’Esercito libero siriano.

Anonymous, comunità virtuale di hacker, ha già colpito in passato lo Stato Islamico e le sue diramazioni informatiche ma, dopo le stragi a Parigi di tre giorni fa, ha adesso deciso di passare a una vera e propria “guerra” contro gli uomini del califfato che li hanno rivendicati.

Nei giorni scorsi, in un video postato su YouTube ha definito gli jihadisti come “parassiti”, avvertendo che d’ora in poi il gruppo darà loro la caccia senza tregua.